30 maggio, Giovanna d’Arco. La sua lezione: attenti a chi seguiamo…!

arcoHanno scritto su Facebook…

di GIUSEPPE REGUZZONI –  30 maggio: festa di santa Giovanna d’Arco. “Davanti a centocinquanta vescovi e teologi che la condannavano come eretica, Giovanna saliva al cielo come santa” (Bernanos, L’eretica e santa Giovanna). E’ capitato e capita, molto spesso, che vescovi e teologi sbaglino, dunque: attenzione a chi si segue!

Cosa c’insegna santa Giovanna d’Arco?

Dalla vita di questa grande Santa possiamo capire almeno tre cose:
– l’amor patrio è un valore cristiano;
– combattere deve essere sempre una “extrema ratio” (rimedio estremo);
– bisogna lottare per la verità e non per il potere

Print Friendly

Recent Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    DAI FATTI LI RICONOSCERETE..!

    Tuttavia non si impara nulla dal passato perche’ il mondo e’ sempre al PRESENTE.
    Infatti, leggi bene il presente ed avrai in mano passato e futuro. Il passato ed il futuro sono visti con molto distacco. Amen.

    Concludendo direi che le religioni hanno da sempre piu’ peso della politica (capitribu’ e stregoni per intenderci) a breve e a lungo raggio sono i fautori dei cambiamenti e della stagnazione.

    Oggi le religioni sono UNA SOLA:
    E’ LA KATTOKOMUNISTAISLAMIKA.
    Per il momento UNA E INDIVISIBILE: per la grana e non per il bene delle pecorelle.

    Potete non credermi… pero’, vedremo a breve come finiremo noi ad esempio cristiani e non kattolici invasi da questi ultimi guerrieri votati a tutto pur di farci fuori o dentro.

    Ah gia’, se non sei un dottore puoi anche fare miracoli che sarai sempre denigrato. Cosi’ il mio disk vale quanto vale un nessuno.

    Domanda spontanea: ma i Santi erano tutti dottori o tra loro ce ne erano anche di ANALFABETI..?? (e questi erano stregoni e molto di piu’ di dottori…).
    Altra domanda: i re o sovrani o monarchi e o ecc. erano tutti dottori oppure anche tra loro abbondavano gli analfabeti..?

    E va ben, questo e’ il mondo che piu’ difficile di cosi’ non si puo’, e credo bene che si puo’ ben dire che siamo al tempo di SODOMA E GOMORRA: DISTRUTTE.

    Quindi..?

    SOCCOMBEREMO PRIMA O POI..!

    La data nessuno la sa (Ulisse non c’entra).
    E detto questo potete sorridere… ma io vi dico: non sappiamo quel che facciamo e per questo stiamo gia’ SOCCOMBENDO e appunto NON LO SAPPIAMO.
    Repetita juvant..?
    Forse.

    Amen

Leave a Comment