25 Aprile, Zaia: spero riporti a spirito costituente per superare crisi

di REDAZIONE

L’auspicio e’ che il 25 aprile riporti tutti in Italia allo spirito costituente del dopo guerra per affrontare questo momento di crisi. A sperarlo il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. “In questa fase particolarmente delicata dal punto vista istituzionale ed economico, vorrei esprimere l’auspicio che la ricorrenza del 25 aprile riporti tutti allo spirito costituente del dopoguerra che fu alla base del miracolo economico e che ebbe tra i suoi ispiratori anche quel federalismo europeo di Altiero Spinelli che oggi l’Unione Europea giustamente ricorda”, ha detto commentando le celebrazioni del 25 aprile, festa della Liberazione e data convenzionale della fine della seconda guerra mondiale.

“Come nella visione di Altiero Spinelli nel manifesto di Ventotene, oggi l’Europa e’ chiamata ad un rinnovato sforzo di coesione e rilancio a fronte delle sfide della globalizzazione. E’ un’ Europa che deve recuperare flessibilita’ istituzionale e semplicita’ funzionale per tornare ad essere vicina ai cittadini. E anche l’Italia – ha aggiunto il Governatore veneto – deve ritrovare quell’afflato che fu alla base della ricostruzione morale e civile, di cui anche ora sentiamo una forte necessita’. In questo percorso, a partire dal trattato di Maastricht, e’ essenziale il ruolo delle Regioni, come del resto era previsto nello spirito originario della nostra Costituzione”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

6 Comments

  1. Alfio Lago says:

    A Zaia chiederei solo una cosa, se è veramente onesto:
    Rendere pubblici tutti i compensi di consiglieri, assessori e funzionari della regione.
    Scommetto 1.000 € che non lo farà mai.
    Alfio Lago

    (Forse la censura avrà la meglio)

  2. Trasea Peto says:

    italian marso.

  3. Marco says:

    Ah, che condottiero verso la libertà, questo Zaia!

    Riconosco il momento in cui è stata scattata la foto dell’articolo; il governatore, indicando un’immagine di Giorgio Napolitano, sta per pronunciare quelle parole che scalderanno i cuori e resteranno nella memoria: “Quell’uomo è nostro patrimonio nazionale!”.

  4. luigi bandiera says:

    C’e’ poco da dire, anche Luca parla da itagliano se dice: …la nostra costituzione.

    A che serve il primo art. dello statuto leghista..?

    A farci ridere o sperare..?

    PSM

  5. Albert Nextein says:

    Vidi tempo fa una foto con Zaia in un porcile, in mezzo a dei maiali.
    Continuo a vederlo molto bene lì.

    • luigi bandiera says:

      Albert Nextein,

      sono i veneti li’ nel porcile, non luca, in mezzo AI PORSEI..!

      Mi da ceo go fato pratika, so cosa vol dir slevar porsei co e luje e i so cei. E da pena go poduo mi jero senpre a kaval (del kaval) sensa sea… a peo se dixe. E tuti se rikorda de mi ko gaepavo par e strade bianche ankora del me paexe. Podopo sfaltae ma jero xa pi’ grando. Go gaeopa’ fin a squaxi vinti ani. Ke beo cio’…

      Cio’2, mi studiavo, purtropo robe talibane, in tei kanpi, soto na ombria, kax.

      So dee anare e dee oche… me scampa de dir del campidoglio… cio’3, i gavea l’antifurto i romani. Xa a kel tenpo e quindi nialtri ke ierimu barbari e ignoranti gaveimo e faraone oltre ke e oke, quindi jerimu pi vanti de ori, sti latanti e no latini. Kax, senpre latanti i xe stai sti latini..?

      Po’, i ga dobuo ciamar i veneti pa coltiar ea tera intorno a roma da senpre predona.

      Xe tuto fora del naturae sto kazzo de stato.

      Bixogna desfarlo al pi’ presto..!!!!!!!!!!!!!!
      INPERATOR NAPOITAN IV PARMETENDO..!

      NDEMO KARI, FORSA E BASTA VOER KAREGHETE O KAREGONI..!! QUEI I RIVARA’ par valtri SE SAVARE’ FAR..!!!

      AN SAEAM

Leave a Comment