25 aprile, Asenblea Veneta chiama a raccolta per libertà prigionieri politici catalani

 

Demonstrators wave esteladas or independence flags in Barcelona, Spain, Sunday, April 15, 2018, during a protest in support of Catalonian politicians who have been jailed on charges of sedition. (ANSA/AP Photo/Emilio Morenatti) [CopyrightNotice: Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.]

riceviamo da Asenblea Veneta e pubblichiamo

In questo momento in Spagna esponenti della politica e della cultura della Catalogna sono processati per reati già ritenuti infondati in Germania ed in Belgio.

Per manifestare per la libertà dei prigionieri politici e contro l’assordante silenzio dell’Unione Europea , Asenblea veneta, AV, chiama a raccolta a Venezia, in campo Manin il 25 aprile dalle ore 11.30 tutte le donne e gli uomini democratici.

Ospite d’onore Betona Comin, membro del direttivo di ANC (Assemblea Nazionale Catalana) e sorella di Antoni Comin, già ministro della salute della Catalunya, in esilio da 18 mesi e Laura Masvidal dell’A.C.D.C. (Associazione Catalana per I Diritti Civili), moglie di Joaquim Forn, ex-ministro degli Interni catalano, in carcerazione preventiva da 18 mesi e sotto processo a Madrid.

Dopo gli interventi, verranno aperte la bandiera di San Marco più grande del mondo ed una pari catalana a testimonianza della vicinanza con la Catalunya.

Vogliamo la garanzia dei diritti umani: vogliamo un’altra Europa!

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. giancarlo RODEGHER says:

    Sì vogliamo un’altra Europa e diciamolo che deve essere un’Europa non più delle nazioni ma delle regioni.
    Un’Europa federale che al suo interno vi siano regioni elevate a stati indipendenti e che all’occorrenza possano unirsi in macro regioni purché omogenee economicamente, storicamente e culturalmente.
    Solo così potremo avere gli Stati Uniti d’Europa solo così saremo tutti più forti ed autorevoli nel mondo.
    Oggi l’Europa non esiste se non nelle teste di chi la vuole ancora così.
    WSM

Leave a Comment